Gnatologia & Ortognatodonzia

Gnatologia & Ortognatodonzia

Sapevi che il 50% dei dentisti utilizza compositi a base di MERCURIO per curare i denti cariati? IL MERCURIO E' UN MATERIALE TOSSICO. Il suo rilascio da parte delle otturazioni in amalgama (le piombature) è oggi un fatto ben documentato...

Studi medici dimostrano come avvenga il rilascio di mercurio all'interno dell'organismo durante la masticazione, durante i rialzi termici determinati dall'ingestione di cibi o bevande calde, a causa delle forze occlusali che si esercitano sulle superfici del restauro a seguito del bruxismo e per via dell'azione corrosiva delle correnti elettrogalvaniche in presenza di altri metalli orali.

Il MERCURIO è un metallo pesante, il più tossico tra i metalli non radioattivi, una sostanza tra le più tossiche in natura. Il 50% dell'amalgama dentale ("le piombature") è costituita da mercurio. L'Amalgama è un presidio medico ancora troppo utilizzato seppur il decreto ministeriale del 2001 ne limiti l'applicazione nei bambini sotto i sei anni, nelle donne in gravidanza e nei nefropatici. Dal giugno del 2009 in UE vige il divieto di vendita di termometri al mercurio. Studi scientifici hanno ormai dimostrato la tossicità sistemica del mercurio contenuto nell'amalgama che si deposita nei nostri organi.

Le seguenti affezioni possono essere causate o aggravate dalla presenza nell'organismo di livelli tossici di mercurio:
Asma, allergie. Autismo. Sensibilità chimica multipla. Stanchezza cronica, fibromi algia. Colon irritabile, morbo di Crohn. Disturbi del sonno. Malattie autoimmuni, artrite reumatoide, lupus sistemico. Arteriosclerosi. Malattie neurologiche come morbo di Alzheimer, di Parkinson, SLA, sclerosi multipla. Disturbi psichiatrici, depressione, ansia, attacchi di panico, personalità borderline, disturbi ossessivo-compulsivi, schizofrenia. Difficoltà di concentrazione, Iperattività

Nel nostro studio eseguiamo una RIMOZIONE PROTETTA delle otturazioni in amalgama, attuando uno SPECIFICO CONSOLIDATO CERTIFICATO E SICURO PROTOCOLLO DI DISINCASTONATURA GLOBALE al fine di evitare l'interazione diretta dannosa tra il cavo orale, il metallo ed i vapori di mercurio e scongiurare l'inquinamento dei nostri pazienti, operatori e ambienti.
Rimuovere una fonte così importante di intossicazione è un regalo che facciamo a noi stessi, per questo motivo vogliamo sensibilizzare i nostri pazienti divulgando le nostre conoscenze.

La rimozione delle amalgame dentali consente di rimuovere una fonte di tossicità che quotidianamente inquina e debilita gravemente il nostro organismo; risulta altresì necessario eliminare anche il mercurio che si è accumulato nel corso degli anni nei nostri organi e tessuti, per questo motivo offriamo ai pazienti la possibilità di eseguire nel nostro studio una terapia (ampiamente usata negli Stati Uniti) sicura, semplice, efficace, non invasiva, l' UNICA senza controindicazioni ed effetti collaterali per la DISINTOSSICAZIONE DA METALLI PESANTI (MERCURIO, CADMIO, BARIO, PIOMBO, ARSENICO, ALLUMINIO, ETC...)
I risultati della terapia sono visibili e tangibili in breve tempo; la suggeriamo a tutti coloro che hanno a cuore la SALUTE ed il BENESSERE della propria persona!

Odontoiatria "biologica" è Odontoiatria come ''rispetto della vita''.
Ogni atto terapeutico non deve in alcun modo recare danno al paziente: da qui l'importanza della biocompatibilità dei materiali inseriti nel cavo orale.
La necessità di utilizzare materiali odontoiatrici biocompatibili diventa fondamentale quando oltre al singolo dente si prende in considerazione l'intero organismo in cui le cure vengono eseguite.

 

Smettere di Russare

 

 

Russare di notte può diventare un serio problema, non solo per la salute di chi soffre di roncopatia che come si sa può avere complicanze a livello cardiocircolatorio, ma anche per chi dorme accanto a un partner che russa, che spesso e mal volentieri rischia di passare intere notti in bianco.

Dormire male può essere alla base di incidenti e conflitti, ormai è appurato che chi non riposa abbastanza durante la notte rischia di essere stanco e avere cali di concentrazione durante tutto il giorno (e si sa quanto una distrazione possa ad esempio essere pericolosa quando si è alla guida di un auto) oltre che essere fortemente stressato e irritabile.

Inoltre non di rado capita che coppie “scoppino” proprio perché uno dei due partner russa.

Nei casi in cui è possibile, è importante fare di tutto per smettere di russare, perché oltre a salvaguardare la tua salute potresti salvare anche il tuo matrimonio.

Perché si russa?

Durante il sonno l’indebolimento del tono muscolare del palato molle e l’arretramento della parte posteriore della lingua rendono più difficoltoso il passaggio dell’aria attraverso le prime vie aeree. Questa condizione fa si che i tessuti molli inizino a vibrare producendo quel fastidioso rumore tipico del russamento.

Apnee notturne e complicanze

Spesso il russamento è accompagnato da apnee notturne durante le quali la respirazione viene interrotta per pochi istanti portando a frequenti micro-risvegli, da 30 a 300 per notte, che disturbano il sonno.

Le apnee notturne non devono essere assolutamente sottovalutate in quando possono portare gravi complicanze cardiovascolari.

Spesso si pensa che le conseguenze di chi dorme male a causa della roncopatia siano solo la stanchezza e l’irritabilità durante il giorno, in realtà chi russa molto è soggetto a ictus, ipertensione, fibrillazione atriale e insufficienza cardiaca da congestione.

È importante non sottovalutare il problema e rivolgersi a un centro del sonno specializzato per limitare i danni e trovare una soluzione.

Rimedi pratici per non russare

Chi russa occasionalmente e non vuole recare disturbi al proprio partner può provare a seguire semplici regole per limitare i danni.

Come prima cosa è importante avere uno stile di vita sano, fare attività fisica e dimagrire se necessario. Seguire un ritmo sonno-veglia regolare, andando a dormire sempre alla stessa ora.

Nelle ore prima di andare a dormire evitare di bere alcolici e consumare pasti pesanti, assumere sonniferi, antistaminici e tranquillanti.  Evitare la posizione supina, dormire sul fianco può aiutare a non russare.

Smettere di russare con il bite

Esistono diverse soluzioni per provare a risolvere il problema del russamento, ovviamente ogni caso va studiato e valutato da uno specialista che saprà consigliare il trattamento più idoneo per ogni singolo paziente.

In caso di semplice russamento un aiuto può venire da bite dentali da indossare durante il sonno.

Il bite antirussamento è formato da due elementi collegati tra di loro che mantengono aperto lo spazio respiratorio dietro la lingua favorendo il transito dell’aria e diminuendo le vibrazioni dei tessuti molli.

Dopo aver indossato un bite per smettere di russare, può capitare che ci si svegli con una sensazione di tensione muscolare che tuttavia dovrebbe passare in poco tempo. Tale sensazione di solito si presenta solo nelle prime settimane di trattamento. 

Questi dispositivi ortodontici, che devono essere sempre preparati da esperti, non possono essere indossati in caso di mobilità dentale, mancanza totale o parziale dei denti, malattie gengivali e parodontali.

È importante sapere che i bite antirussamento possono funzionare solo in caso di russamento semplice, anche in presenza di apnee notturne, ma la loro efficacia è nulla se la causa del russamento è dovuta alla deviazione del setto nasale, all’ipertrofia dei turbinati o alla presenza di polipi nasali.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information